Il sito utilizza dei cookie per una migliore esperienza di navigazione. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

background

La compagnia del (Rag)anello

Categoria: Pillole di Capsilla Ultima modifica: Martedì, 31 Maggio 2016

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

"Io adoro i Pink Floyd, tu che musica ascolti?", disse lei mentre faceva lentamente scorrere la cerniera del porta-cd di lui 

"Oh, quella cerniera si inceppa... Dai a me... Guarda! Una carota volante!" - disse lui, mentre con uno scatto felino afferrava l'amato cd del grande Gigione e lo lanciava fuori dal finestrino con immenso dolore - "comunque si, anche io adoro i Pink Floyd..." (... E niente, nessun happy ending, alla fine lei non gliela dava lo stesso.) 

Ma bando alle ciance, torniamo a noi! 

Una volta chiuse tutte le baracche, i gigioni e i burattini, già sudati come gnu (chissà se sudano gli gnu...) abbiamo percorso le strade di merd.. (Come? Non si può dire? Ok..) le sinuose strade che, passata la ridente San Lorenzo, ci hanno portato alle agognate gole del Raganello.

Penso che nelle gole non ci sia molto affollamento perché c'è una efficace selezione naturale all'ingresso : i primi 2-3 metri, da percorrere immersi fino al collo in quello che sembra in tutto e per tutto ghiaccio, mettono a dura prova la resistenza del nostro organismo. In quel momento sono stati enumerati tutti i santi e tutti i morti, nessuno escluso. (Secondo me sul fondo di quel tratto giacciono i corpi dei fratelli che non ce l'hanno fatta). 

Superata la prima difficoltà, proseguiamo arzilli arzilli nel torrente, tra salite, rane, piccole arrampicate, scivolate, rane, gruppi di persone che scroccavano la nostra corda, nuvole minacciose che per fortuna sono andate via, rane, cani sperduti che volevano giocare, gente col fango in faccia che si sentiva normale e... Ho già detto rane??

Durante il percorso si sono delineate le propensioni e gli atteggiamenti di ognuno, che sintetizzerò con un grazioso e sempre di moda elenco puntato:

  • Rosa: ha dato prova di grandi abilità saltellose e arrampicose, con un rapporto equilibrato nei confronti dell'acqua. Era inoltre la più figa, con la maglietta da surf col tribale 
  • Tulla: nonostante il pessimo rapporto con la temperatura dell'acqua, la piccola grande Tulla è un vulcano di energie, specie quando si tratta di lanciarsi a bomba dalle cascate! Frasi famose :"Buttati tutto d'un colpo! È bellissimo!" 
  • Leonardo: resoconto positivo anche per il buon Leo, che ha superato egregiamente anche le prove di tuffo, specialità in cui diceva di non essere portato. La sacca impermeabile che gli pendeva tra le gambe gli ha garantito di venire davvero bene nelle foto. Pareva prooooprio beeeella! Puahahahah! :-D
  • Fedele: questo ragazzo ha sofferto molto. La carenza di zuccheri della mattina ha fatto sì che il suo corpo cercasse in tutti i modi di evitare il contatto con ogni molecola di H2O. Seguendo Michele, l'allievo Messina a volte è riuscito, altre volte ha fallito, cadendo rovinosamente in acqua. Penso che abbia speso il doppio delle calorie di tutti gli altri messi insieme! XD 
  • Giuseppe: la new entry del gruppo si è rivelato un bravo pesciolino d'acqua dolce (e ghiacciata). Amante delle vie alternative e delle correnti avverse (anche nella vita), ogni tanto lo si vedeva spuntare da sott'acqua o nuotare sereno manco fosse a Montecatini terme. Prova superata egregiamente! 
  • Capsilla: che vi devo dire, a parte un po' di fifa nel superare un ostacolo su corda, per il resto mi sono sentita assolutamente a mio agio! L'acqua gelida è diventata mia amica e, durante la discesa, ogni cascatina era uno scivolo... Beeeello ! Frasi famose: "Ragazzi, ma io ormai nell' acqua mi sento bene quanto un maiale nel fango!" 
  • Michele: vabbe, e che vi devo dire, lo conosciamo tutti. Anche lui ha un rapporto difficile con la temperatura dell'acqua, ma è colui che riesce meglio nell'impresa di evitarla, grazie alle sue speciali mani aliene dotate di pratiche ventose. Ti giri, e un attimo dopo è 5 metri sopra di te ed ha già messo la corda. Insomma, una specie di scimmietta aliena. Ma con meno peli. :-D

Quindi ecco, resoconto positivo... Siamo tornati sani, salvi e con tutte le ossa al proprio posto! Alla prossimaaaaaa!

Visite: 862