Il sito utilizza dei cookie per una migliore esperienza di navigazione. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

background

Le vie dell'acqua dalla Murgia a Ruvo

Categoria: Eventi
Ultima modifica: Lunedì, 15 Ottobre 2018

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Si terrà Domenica 21 Ottobre il secondo appuntamento del "Percorso nella geodiversità" dal titolo "Le vie dell'acqua dalla Murgia a Ruvo".

Si parte dai boschi naturali di roverella dell'Alta Murgia, un gradino panoramico sui ripiani della "gradinata" murgiana; il mare adriatico è lo sfondo dei popolosi centri abitati di Andria, Corato, Ruvo, Terlizzi, Bitonto. Lungo il percorso si potrà "leggere" l'origine "acquatica" delle forme e di gran parte delle risorse del nostro territorio, ma anche di alcuni suoi rischi. 

Il percorso si concluderà in un'azienda agricola ruvese dove potremo brindare al centenario del nostro Acquedotto, grazie alle uve cresciute sulle sabbie e conchiglie di un antico mare.

Il numero dei partecipanti è limitato per garantire la più piacevole fruizione dell'ambiente naturale in maniera rispettosa e non caotica, per cui invitiamo chi intende partecipare ad aderire quanto prima. 

Appuntamento quindi alle ore 08.00 in via Valle Noè 5 a Ruvo di Puglia, rientro previsto per le 13.00 presso l'azienda agricola Mazzone.

 

L'evento si svolge col patrocinio e il contributo economico del Parco Nazionale dell'Alta Murgia; il patrocinio del Comune di Ruvo di Puglia e della Società Speleologica Italiana.

 

L'iniziativa rientra nei seguenti programmi di carattere nazionale:

  • Settimana del Pianeta Terra - L'Italia alla scoperta delle Geoscienze (Una società più informata è una società più coinvolta) (Sito)
  • E-Venti del Parco Nazionale dell'Alta Murgia
  • Le Giornate Nazionali della Speleologia (Sito)

 

Per maggiori informazioni:

Di seguito la locandina con il dettaglio del programma e le modalità di prenotazione.
Vi aspettiamo!

Locandina e programma

Gli Agro-Ambienti sui calcari dell'Alta Murgia

Categoria: Eventi
Ultima modifica: Martedì, 02 Ottobre 2018

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Anche quest'anno al fine di promuovere la conoscenza "sul campo" della nostra terra, e dei suoi aspetti più interessanti e meno conosciuti, il "Gruppo Speleologico Ruvese" e "Sinergie per il Territorio" organizzano due semplici e piacevoli passeggiate.

La prima tappa è il 14 Ottobre, il clima sarà quello ideale per esplorare il territorio in compagnia, scoprire nuove curiosità, parlarne con esperti di varie materie e infine brindare insieme con i migliori prodotti dell'agricoltura murgiana.

Il numero dei partecipanti è limitato per garantire la più piacevole fruizione dell'ambiente naturale in maniera rispettosa e non caotica, per cui invitiamo chi intende partecipare ad aderire quanto prima. 

Appuntamento quindi alle ore 08.00, destinazione la grande scarpata panoramica meridionale e l'azienda La Valle del Parco, ritorno previsto per le 16.00.

 

L'evento si svolge col patrocinio e il contributo economico del Parco Nazionale dell'Alta Murgia; il patrocinio del Comune di Ruvo di Puglia e della Società Speleologica Italiana.

 

L'iniziativa rientra nei seguenti programmi di carattere nazionale:

  • Settimana del Pianeta Terra - L'Italia alla scoperta delle Geoscienze (Una società più informata è una società più coinvolta) (Sito)
  • E-Venti del Parco Nazionale dell'Alta Murgia
  • Le Giornate Nazionali della Speleologia

 

Per maggiori informazioni:

Di seguito la locandina con il dettaglio del programma e le modalità di prenotazione.
Vi aspettiamo!

Locandina e programma

 

 

 

1° Camminata tra gli Olivi

Categoria: Eventi
Ultima modifica: Martedì, 24 Ottobre 2017

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

In occasione dell'Anno Internazionale del Turismo Sostenibile, l'Associazione Nazionale Città dell'Olio promuove la Prima Giornata Nazionale della Camminata tra gli Olivi, un'occasione per ristabilire il legame tra i cittadini e la propria terra, per far conoscere e riscoprire un paesaggio troppo spesso trascurato e sottovalutato e rappresentante una grande civiltà millenaria, ma anche occasione per far scoprire ai tanti appassionati della cultura enogastronomica del nostro Paese, i territori di origine del prodotto attraverso gli alberi di olivo e gli uomini che lo custodiscono..

Guidati da esperti e appassionati in varie discipline (geologi, agronomi, storici, ecc.) delle Associazioni "Gruppo Speleologico Ruvese" e "Sinergie per il Territorio", la passeggiata si snoderà tra alcuni scorci del paesaggio olivetato ruvese collocato a Nord dell'abitato

La camminata partirà da località "Torre Gigliano", dimora storica, sede di una struttura ricettiva, collocata in un oliveto di valore storico ed estetico. La passeggiata si snoderà tra gli oliveti delle contrade Gigliano e Colonnella e prevede alcune soste che permetteranno di discutere in modo divulgativo di alcuni temi di carattere agro-ambientale legati all'olivicoltura. A conclusione della passeggiata, i partecipanti, accompagnati dalle guide turistiche della Pro Loco UNPLI Ruvo di Puglia, saranno accompagnati alla visita al Centro Storico di Ruvo di Puglia. A conclusione della visita guidata, è prevista la degustazione di oli e prodotti tipici presso il Punto di promozione dei prodotti locali in Piazza Matteotti, centro della città.

Di seguito la locandina con il dettaglio del programma e le modalità di prenotazione.

Locandina e programma
Vi aspettiamo!

Ruvo, dall'acqua e dalla pietra

Categoria: Eventi
Ultima modifica: Venerdì, 20 Ottobre 2017

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Dal 15 al 22 Ottobre ricorre la 5° Edizione della "Settimana del Pianeta Terra - L'Italia alla scoperta delle Geoscienze - Una società più informata è una società più coinvolta". Si tratta di un festival scientifico che coinvolge tutta l'Italia, e dal 2012 è diventato il principale appuntamento delle nostre Geoscienze.
Maggiori informazioni sull'iniziativa sono consultabili sul sito della "Settimana della Terra" dove potete trovare anche una mappa interattiva con tutti i geoeventi a livello nazionale.

Il Gruppo Speleologico Ruvese aderisce a questa iniziativa con un ciclo di eventi intitolato "Ruvo, dall'acqua e dalla pietra". In collaborazione con le altre associazioni aderenti al programma "Sinergie", con l'associazione EcoèVita e con la Scuola di musica "Bembè" propone tre appuntamenti per promuovere nei cittadini, attraverso una serie di passeggiate nell'agro ruvese, la consapevolezza dei caratteri del territorio su cui vivono. Al termine di ogni incontro verrà promosso un dialogo/dibattito tra i partecipanti per confrontarsi sui temi trattati e condividere le idee.

Per restare aggiornati seguite l'evento su Facebook.

Gli eventi organizzati hanno ottenuto il patrocinio morale del Comune di Ruvo di Puglia.

Come partecipare: 

Per partecipare è necessaria la prenotazione e il contestuale versamento della quota di partecipazione di €5 entro 3 giorni prima ciascun evento, presso:

  • sede Sinergie in via Valle Noè 5 (2° piano), Ruvo di Puglia, il venerdì dopo le 20:30
  • Roberto Caputi (agenzia viaggi Masterpiece) in piazza Dante Alighieri 8, Ruvo di Puglia, orari di negozio

L'evento non beneficia di altri contributi.

Cosa portare:

  • Consigliato abbigliamento comodo e a strati
  • Obbligatorie scarpe da trekking e pantaloni lunghi
  • Impermeabile da utilizzare in caso di pioggia
  • Acqua a sufficienza in base alle esigenze personali

Programma: 

Domenica 15 Ottobre

Panoramica del quadro geomorfologico e idrologico del territorio ruvese. Durante l'escursione guidata verranno illustrate le peculiarità del paesaggio carsico pugliese, la sua fragilità e le sue componenti identitarie.
Ore 08.00: Raduno e inizio passeggiata - sede Sinergie, via Valle Noè 5, Ruvo di Puglia
Ore 13.00 circa: Pausa pranzo (a sacco, a cura del partecipante)
Ore 17.00 circa: Termine della passeggiata

Sabato 21 Ottobre

Passeggiata "nel pantano". I "bagni caldi" del secolo scorso, quando ci si andava in carrozza. L'evento è focalizzato sulla depressione del "Pantano", sulle opere storiche di bonifica, e la sua funzione paesaggistica ed ecologica. La passeggiata sarà accompagnata musicalmente dalla Scuola Bembè.
Ore 15.00: Raduno e inizio passeggiata - sede Sinergie, via Valle Noè 5, Ruvo di Puglia
Ore 18.00 circa: Termine della passeggiata

Domenica 22 Ottobre

Sulle tracce delle acque nascoste. Un itinerario carsico ed ecologico guidato da EcoèVita. Dalla Lama delle Grotte si seguirà il tracciato di un torrente scomparso, fino alla Rena, dove i terreni sono stati deposti nel mare pleistocenico. Un'azienda agricola ospiterà l'arrivo dell'escursione, un laboratorio e un dibattito conclusivo sulla geocultura animato dal Gruppo Speleologico Ruvese e dall'assessore alla Cultura. Possibilità di portare colazione al sacco in azienda e degustazione di vini prodotti in loco. Il luogo è attrezzato per disabili.
Ore 08.00: Raduno e inizio passeggiata - sede Sinergie, via Valle Noè 5, Ruvo di Puglia
Ore 13.00 circa: Termine della passeggiata

Per qualsiasi richiesta di informazioni non esitate a contattarci.

Ti aspettiamo!

Locandina trekking "Ruvo, dall'acqua e dalla pietra"

Gemellaggio Shaka Zulu - GSR

Categoria: Eventi
Ultima modifica: Giovedì, 07 Settembre 2017

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Si è appena tenuto il 22 e il 23 Luglio il fruttuoso fine settimana di gemellaggio che ha visto il Gruppo Speleologico Ruvese di Ruvo di Puglia (BA) gentilmente ospitato dal gruppo speleologico Shaka Zulu di Subiaco (RM).

Il presidente dello Shaka Zulu "Nerone", Gabriele Catoni e Fabrizio Toso hanno accolto la "delegazione" del GSR composta dal presidente Vincenzo Iurilli, Giuseppe Bosso, Costanza de Bari, Fedele Messina e Rosa Vilardi nella magica ambientazione della Valle dell'Aniene e dei panorami del Monte Livata.

Si è partiti con i lavori di scavo e rimozione di terra in una cavità già nota da tempo ma non frequentata da diversi anni situata nei pressi di Creta Rossa nella omonima zona del Monte Livata.

In una sola giornata di lavoro, la sinergia delle squadre di scavo e di recupero in superficie ha consentito la rimozione di un grosso masso che ostruiva in parte il pozzetto di ingresso e della terra e sassi che riempivano il fondo. I lavori sono stati sospesi in serata quando gli ultimi colpi di pala e mazzetta hanno aperto un buco che lascia intravedere una fessura che continua verso il basso per qualche metro. Si sente una leggera aria soffiante ma c'è ancora tanto lavoro da fare e prima di proseguire gli scavi è necessario mettere in sicurezza e liberare la saletta antistante.

Domenica ci si è concentrati nella risorgenza dell'Inferniglio a Jenne, lungo la riva destra del fiume Aniene. Mentre ci preparavamo per entrare in grotta, con sorpresa vediamo altre auto arrivare: anche gli speleo del CAI di Roma hanno pensato di fare una visita all'Inferniglio. La risorggenza è situata alla quota di 512m s.l.m ed è una delle cavità più importanti della zona in quanto raccoglie tutte le acque della zona di Campo dell'Osso e Monte Livata per riversarle nell'Aniene. Lunga circa 2,5 Km è stata oggetto, negli ultimi decenni, di diverse esplorazioni da parte di sub (anche francesi) in quanto dopo una prima zona facilmente percorribile con muta o canotto l'acqua occupa interamente la cavità in una sequenza di ben 10 sifoni. Favoriti da una inusuale e precoce secca che ha abbassato notevolmente il livello dell'acqua, si è potuto procedere per la prima volta dopo molti decenni con una progressione senza attrezzature fino al terzo sifone. A questo punto è stato necessario armare una discesa per entrare nel terzo sifone e verificarne lo stato e la percorribilità constatando che nonostante nella parte iniziale l'acqua fosse circa 3m al di sotto della volta (normalmente colma), la prosecuzione era comunque inibita dall'allagamento totale. Esplorando poi il bypass del primo sifone che porta sopra il terzo sifone è stata notata una piccola vaschetta del diametro di circa 50cm con all'interno almeno una ventina di piccoli organismi bianchi della lunghezza massima di un paio di millimetri, probabilmente Niphargus, ma non ne abbiamo la certezza al momento. Ritorneremo in questo punto per documentare in modo opportuno. Infine sono stati eseguiti dei controlli di routine sul Ph e sulla conducibilità dell'acqua che sono risultati in linea con le precedenti misurazioni.

Un ringraziamento a tutti gli speleologi che hanno collaborato e reso possibile questo gemellaggio.

Il prossimo appuntamento vedrà i ruoli invertiti, aspettiamo i nostri amici dello Shaka Zulu in Puglia, nel Parco dell'Alta Murgia!

Tutte le puntate:

Scavo a "Piccola Creta"

Foto di gruppo a "Piccola Creta"

Foto di gruppo ingresso Inferniglio